Distacco della retina

Che cos'è la retina?

La retina è la pellicola sensibile dell'occhio umano, bisogna immaginare una macchina fotografica: senza pellicola non ci sono fotografie. La retina dunque è fondamentale per ottenere una visione distinta.

Il distacco di retina è una patologia che consiste nello scollamento della retina dalla parete su cui essa è normalmente attaccata. In Italia si verificano tanti distacchi di retina (vengono infatti effettuati circa 5 – 10 mila interventi all'anno) ed è necessario porre rimedio immediatamente a ciò, altrimenti la vista ne viene gravemente compromessa.

Possibili sintomi del distacco di retina sono la visione di mosche volanti (miodesopsie) e/o di lampi di luce e la percezione di un'ombra o una tenda scura che copre parte del campo visivo.

Come si interviene?

Il distacco di retina viene operato in due modi: dall'esterno, con la chirurgia episclerale, grazie ad una specie di fascetta intorno all'occhio (il cerchiaggio); oppure dall'interno dell'occhio, entrando con delle cannule mininvasive, aspirando il gel vitreale e sostituendolo con delle sostanze gassose o acquose.

Il tempo di recupero da un intervento di un distacco di retina è dato in funzione del tipo di intervento che viene eseguito. Normalmente, la presenza di queste sostanze che vengono inserite all'interno dell'occhio alla fine della vitrectomia per riattaccare la retina, possono riassorbirsi in un tempo più o meno lungo.

󰚰0
Anni di attività
󰛯0
Medici specializzati
󱁫0
Missioni umanitarie

Questo portale utilizza cookie di terze parti per fornire servizi, gestire, migliorare la vostra esperienza.Se accetti, potrai usufruite di tutti i servizi messi a disposizione, diversamente non sarà possibile procedere alla navigazione. Nella cookie policy puoi trovare altre informazioni in merito e revocare il consenso alla loro installazione. Proseguendo nella navigazione, accetti che i cookie siano installati